Parole di carta

“La bellezza nasce dalla poesia di saper vedere oltre ai propri occhi…”. Questa la dedica alla zia Elide con cui si apre “Parole di carta, il secondo volume di poesie di Eliana Volpato, una voce fresca ed interessante nel panorama della lirica contemporanea. Una dedica, ma anche una possibile chiave di lettura per questa nuova raccolta in cui la giovane autrice continua la propria ricerca espressiva e tematica con poesie brevi, sempre senza titolo, ma capaci di suggerire emozioni, intuizioni suggestive e rapide, come quando il lampo improvviso ed accecante dà luce e colore alla realtà presente ma avvolta nel nero mantello di una notte oscura. Frammenti di vita, attimi che le parole, essenziali e scarne, fissano sulla carta, pronte, però, a riprendere vita sotto la carezza degli occhi del lettore curioso di conoscere cosa ancora può dire di nuovo una ragazza sugli eterni temi onnipresenti nella mente dell’uomo.

di Eliana  Volpato

Nata a Verona nel 1979, dopo gli studi superiori, sotto l’influenza della zia Elide Sartori, stimata poetessa, inizia a respirare l’aria della poesia. Intraprende il percorso letterale all’età di 10 anni, dedicando la prima composizione, nel 1989, alla zia. Autodidatta, deve proprio a quest’ultima la forte passione per la scrittura e per tutto ciò che esprime sentimento. Partecipa a corsi di scrittura creativa e a vari concorsi.

Parole di carta

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 58
Formato 12x20,5
Rilegatura Cucita
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione Stampa  2007
Anno 2007
ISBN 978-88-89480-33-5