Gothic novel e tradizione noire: una nuova prospettiva d’indagine

Il genere noir francese è stato solitamente etichettato dalla critica letteraria come un genere che si è imposto alla fine del Settecento grazie all'influenza esercitata dal gothic novel inglese sulla letteratura d'Oltralpe. Partendo dall'analisi dei rapporti esistenti tra le opere dei più illustri rappresentanti della tradizione noire francese del diciottesimo secolo, vale a dire Prévost, Madame de Tencin, Baculard d'Arnaud e Madame de Genlis, e uno dei testi più importanti per lo sviluppo del romanzo gotico britannico, The Recess di Sophia Lee, questo lavoro si pone l'obiettivo di rivalutare la tradizione noire della Francia e di studiare i collegamenti tra i due filoni letterari. Spesso sottovalutato dalla critica, il noir francese ha infatti svolto un ruolo non indifferente nella formazione e nel consolidamento di una parte del gothic novel inglese.

di Stefania  Carli

Stefania Carli si è laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università di Verona e ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Letterature e Scienze della Letteratura presentando la tesi “Baculard d’Arnaud e la tradizione noire francese”. Ha in seguito approfondito gli studi sulla tradizione noire e il gothic novel inglese, studi che hanno portato alla pubblicazione del presente volume. Si è occupata inoltre della trasposizione teatrale nel Settecento (Dai Mémoires di Madame de Tencin agli Amants malheureux di Baculard d’Arnaud), dei rapporti tra la letteratura francese e quella inglese nel diciottesimo secolo (La Pamela di Richardson nella tradizione noire francese) e di letteratura fantastica (Sade precursore del fantastico).

Gothic novel e tradizione noire: una nuova prospettiva d’indagine

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 161
Formato 14x21
Rilegatura Cucita
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione Stampa  
Anno 2009
ISBN 978-88-64640-05-1