Vestiamo a nuovo le vecchie ricette?

Siamo tutti stanchi dell’invasione di libri di ricette e di pagine di quotidiani dedicate ai cuochi celebri. A volte, cercando un programma televisivo, capita di incontrare donne o uomini delle più varie età intenti ad impastare, friggere, tritare, condire, annusare, assaggiare o far assaggiare a un collega il capolavoro culinario. Allora, perché mi sono messa a trascrivere le mie ricette, che sono poi quelle della mia mamma o di qualche amica? Chiedo dunque scusa per la banalità di queste pagine. Però il vecchio libro scritto a mano, pieno di correzioni fatte con inchiostro diverso e con la copertina sfondata, mi faceva pena. Ora sta lì in un angolo come una reliquia, ma il suo contenuto si è trasferito in un mucchietto di pagine bianche e pulite.

di Mirella  Spiritini Massari

Mirella Spiritini Massari nasce a Verona nel ventinove. Frequenta il liceo Maffei si laurea a Padova in lettere classiche. Ha poi insegnato nelle scuole superiori dopo aver vinto il concorso a cattedre, successivamente Preside di Istituti Tecnici.
Attualmente insegna letteratura italiana all’Università della Terza età di Verona, ed è stata eletta per due mandati alla carica di Rettore.

Vestiamo a nuovo le vecchie ricette?

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 97
Formato 14x21
Rilegatura Brossura
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione Stampa  2019
Anno 2019
ISBN 978-88-6464-525-4