La mucca sul ceppo d'insalata

Fin da bambina la storia per cui sono venuta al mondo di tanto in tanto mi sfiorava, toccava il mio cuore; la sentivo vagare nell'aria soprattutto là, sul monte, tra le malghe. Mi si avvicinava, mi dava un segnale forte della sua presenza nei racconti del nonno e di mio padre. Allora avvertivo una forte emozione, perché il mio sangue si ritrovava in quei racconti. Infatti le storie non le inventano gli autori, ma girano nell'aria cercando la persona che le accolga e le racconti prima di svanire nel tempo. In verità, mentre mio nonno e in seguito mio padre raccontavano, io cercavo di agganciarle alla pagina di un quadernetto o di un’agenda della Banca Agricola Mantovana, ma ero di corsa e subito passavo ad altro. Non ero pronta ad accoglierle e farle mie. Dovevo percorrere ancora un tratto di strada, sentirle, ohimè, sfuggirmi, per andare a riprenderle il più lontano possibile, al fine di poter dire “io sono”. Ho scritto qualcos'altro prima, bello o brutto che fosse, ma certamente vi sono stata condotta come preparazione a questa mia storia.

di Rosanna  De Iseppi

è nata nel 1935 a Corte Cerù, Marmirolo (Mn). Figlia di agricoltori ha vissuto infanzia e giovinezza nella pace della campagna. Frequentò la scuola media e magistrale in città presso un collegio retto da suore dove apprese l’arte del dipingere che continuò a esprimere nella vita. Nel 1961 seguì il marito a Monza e dal matrimonio nacquero tre figli. Nel 1991 si laureò all'Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano e per un decennio fu insegnante di religione. Sempre si dedicò alla scrittura facendo tesoro ora dei ricordi della vita di campagna ora dei racconti tramandati di padre in figlio circa la storia degli antenati, malghesi del Monte Baldo.

La mucca sul ceppo d'insalata

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 376
Formato 14x21
Rilegatura Brossura
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione Stampa  2019
Anno 2019
ISBN 978-88-6464-511-7