IL FIORE NELLA MACCHIA

Amore fa rima con molte parole: dolore, calore, sapore ed è forse l’unico sentimento che definisce il nostro spirito che, altrimenti, non riesce ad emergere e rimane intrappolato in una rete di passioni materiali che appesantiscono i nostri pensieri in uno sterile vivere fatto di un susseguirsi di impegni, incombenze, dissapori, malumori, impressioni senza senso. È di questo che parla il libro: della necessità di emergere, di liberarsi da questa rete per lasciarsi andare ed acquisire un senso. Leggiamo qui una dolce riflessione sull’amore e sulla relazione, per ritrovarsi rapiti da una storia colorata di sentimenti animati fra natura, ambienti colorati, suoni e emozioni.

di Claudio  Liberstell

Di Claudio Liberstell potremmo dire molte cose interessanti: che ha una laurea, un dottorato, che è stato docente universitario, ma chi lo conosce ne rimane incuriosito per altro. Lo definirebbe un bambino ingenuo che vive nel suo mondo. Dalla sua mente, alle volte un po’ distante, ci osserva e pensa. Dopo i suoi lunghi viaggi, esplorando la vita, gli ambienti e le persone, ama fermarsi, così comincia a studiare senza sosta la scienza e la filosofia, per poi pensare; dal pensiero si è fatto condurre in questo libro che ha celato per dieci anni fino a che Federica, entrata per errore e per amore nel suo regno, ha letto questo testo quando era ancora in evoluzione, vivente ed è riuscita a farlo maturare per uscire e presentarsi al pubblico.

IL FIORE NELLA MACCHIA

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 267
Formato 14x21
Rilegatura Brossura
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione Stampa  2020
Anno 2020
ISBN 9788864645650