Allegra e le 96 tesi / Il principe chierico

In una villetta di campagna tre giovani amici chiamano per una serata in allegria una professionista del piacere della quale hanno notizia come colta e vivace conversatrice scommettendo su chi sarà scelto per restare solo con lei, ma al suo arrivo e poi con il sopraggiungere di altre due sue compagne essi rimarranno a lungo sospesi tra una possibilità di svago al di sopra di ogni aspettativa e una situazione che si prospetta intrigante. Le tre donne si presentano come suore ribelli e disinibite, impegnate in una vasta e segreta organizzazione per diffondere un libello clandestino con 96 tesi per una riforma della Chiesa a cominciare dall’abolizione del celibato. Un soggetto incendiario nella cornice di una diabolica giostra. Il principe chierico è il racconto dell’anziano professore, Salvo C. che ha scritto la commedia e che, di ritorno dal paese di origine in Salerno per vendere la piccola proprietà avita di campagna, spera anche di affidare la propria opera a gente di teatro. Conosce Amira, una giovane siriana, impiegata alla reception del suo albergo, che sarà l’unica lettrice dell’Allegra e anche ammiratrice dell’autore con il quale condivide le idealità ma anche l’estraneità con l’ambiente che li circonda. A lei Salvo racconta della sua famiglia contadina, dei suoi studi in una fase storica di osmosi sociale e dell’amata di un tempo che a lui sembra di rivedere nell’ascoltatrice, figura sostitutiva. E come la primavera con i suoi fiori si riprende un paesaggio devastato dalla malattia degli ulivi, così la straniera pare destinata a riversare la sua forza vitale su una terra che lui invece abbandona per sempre. La parola è tesa a distinguere tra responsabilità e destino in una storia segnata da vecchie fedi, deboli legami sociali, distacchi dolorosi.

Allegra e le 96 tesi / Il principe chierico

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 262
Formato 14x21
Rilegatura Brossura
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione
Anno 2020
ISBN 9788864645865