Negrarizzazione - Speculazione edilizia, agonia delle colline e fuga della bellezza

“Sembra che il problema di fondo della civiltà moderna sia quello di trasformare rapidamente ogni territorio in «ambiente edificato»; specie in vicinanza dei centri urbani, anche d’antica storia e d’alto prestigio artistico dove si creano e sempre più si estendono squallide e inospitali periferie, con la frantumazione di tutto il tessuto di comunicazione sociale preesistente e di rapporti umani personalizzati e diretti. Questo fenomeno ha investito anche la Valpolicella e rappresenta il rovescio della medaglia; lo scotto che essa deve pagare per il conseguito benessere materiale, sacrificando la sua natura e la sua tradizione alla moda dell’urbanesimo che ogni giorno di più la trasforma in un cementizzato sobborgo cittadino”. Giuseppe Silvestri

di Gabriele  Fedrigo

Gabriele Fedrigo è esploratore freelance. Fra le sue pubblicazioni: Tilt! I carnet Roland Barthes (2013) Idiorritmie (2014) Droga sottile (2016)

Negrarizzazione - Speculazione edilizia, agonia delle colline e fuga della bellezza

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 243
Formato 16x23
Rilegatura Cucita
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione Stampa  
Anno 2010
ISBN 978-88-6464-0549