La tradizione dei volgarizzamenti toscani del «Tresor» di Brunetto Latini

La maggiore enciclopedia volgare del Duecento europeo, redatta in lingua d’oïl dal notaio fiorentino Brunetto Latini durante il suo esilio francese, ha conosciuto quasi immediatamente una straordinaria fortuna in Italia attraverso una serie di volgarizzamenti che hanno interessato anzitutto l’area toscana ma che hanno poi raggiunto anche le regioni più marginali della penisola. Questo lavoro ricostruisce le vicende testuali dei volgarizzamenti toscani dei quali si individuano quattro redazioni principali e offre una proposta di parziale edizione critica della versione pisano-lucchese che, per l’antichità dei suoi testimoni, mostra di essere quella cronologicamente più vicina all’opera originale.

di Marco  Giola

Marco Giola (1978), laureato presso l’Università Cattolica di Milano con una tesi sul Fiore novello e le compilazioni enciclopediche tardo medioevali, ha conseguito il Dottorato di ricerca presso l’Università degli Studi di Ferrara studiando i volgarizzamenti italiani del Tresor di Brunetto Latini. Ha insegnato come professore invitato presso l’Università Cattolica di Lovanio (Leuven) tenendo corsi sui volgari italiani delle Origini e sulla lingua dei libretti d’opera ottocenteschi.

La tradizione dei volgarizzamenti toscani del «Tresor» di Brunetto Latini

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 400
Formato 14x21
Rilegatura Cucita
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione Stampa  2010
Anno 2010
ISBN 978-88-6464-057-0