Il Mondo Sommerso

Il “mondo sommerso” è un microcosmo sconosciuto, fatto di stanze bianche, di larghi corridoi, di porte sbarrate. È il piccolo grande regno degli sguardi perduti nel vuoto, dei passi incerti e strascicati, dei lamenti, dei silenzi lunghissimi o delle risate convulse che scoppiano all'improvviso. È la dimora dei pazzi, dei malati di mente, dei depressi clinici. Dei dimenticati. Persone che vivono al margine, della società come della vita. L'Autrice, lontana da facili autocommiserazioni e semplicistici giudizi, narra con spontaneità e naturalezza il suo breve ma travagliato percorso attraverso questa dimensione parallela, alternando momenti di cupa disperazione a passaggi insospettabilmente ilari e leggeri, come solo il “mondo sommerso”, nella sua oscura quotidianità, sa regalare in modo tanto inaspettato e travolgente. La morte dell'anima è lenta e subdola. Inizia a mangiarti da dentro, quasi non te ne accorgi subito, senti solo un po' di disagio in più, della tristezza strana e persistente, ma ti dici che è normale, che forse sei solo un po' stanco...poi il malessere ti pervade ed esce dagli occhi, inonda ciò che ti circonda e lo trasforma nell'incubo che hai dentro di te. E sai che nessuno può capire davvero questa cosa...finché non ti ritrovi in una clinica o in un reparto psichiatrico. Allora incroci occhi che sono i tuoi, ombre che sono le tue, sorrisi stentati che sono gli stessi che adotti tu da anni...e capisci che non sei matto, che nemmeno loro lo sono.

di Martina  Savoia

Martina Savoia è nata a Verona nel 1985. Appassionata di arte, letteratura e fotografia, ha al suo attivo alcune mostre fotografiche e uno shooting su una rivista on-line di Bolzano. Vive nella provincia di Verona col suo ragazzo e i suoi animali.

Il Mondo Sommerso

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 138
Formato 16x23
Rilegatura Cucita
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione Stampa  2011
Anno 2011
ISBN 978-88-6464-108-9