Dante a Verona nel Settecento - Studi su Giovanni Iacopo Dionisi

Il volume presenta la figura del veronese Giovanni Iacopo Dionisi (1724-1808), autore di una serie di opere di critica dantesca, attraverso un quadro bio-bibliografico, un censimento del vasto epistolario, a tutt’oggi in larga parte inedito, e un bilancio di tutte le sue proposte esegetiche e testuali relative alla Commedia e al Convivio alla luce della critica più recente. Le proposte interpretative e testuali di Dionisi relative alla Commedia sono state in buona misura recepite dagli studi successivi, ma non si aveva fino a oggi chiara cognizione delle dimensioni del fenomeno; circa le meno note emendazioni al testo del Convivio, viene messo in luce come molte di esse siano state tacitamente assunte dagli “editori milanesi” (Giovanni Antonio Maggi, Vincenzo Monti, Gian Giacomo Trivulzio) nella loro edizione del 1827 del Convivio, per essere poi accolte anche nell’ultima edizione del trattato dantesco. A tal fine, vengono presi in esame alcuni materiali conservati presso la Biblioteca Trivulziana di Milano: dei postillati e un manoscritto preparatorio compilato da Maggi, Monti e Trivulzio, di cui si fornisce un’edizione parziale.

di Luca  Mazzoni

Luca Mazzoni (1975) si è laureato e ha conseguito il dottorato in Filologia italiana presso l’Università Cattolica di Milano. È stato borsista della Fondazione Confalonieri di Milano ed è dottorando in Letterature straniere e scienza della letteratura presso l’Università di Verona. Si occupa prevalentemente di storia della fortuna dantesca e di storia della filologia; ha pubblicato articoli in varie riviste, e il volume Postille di Pio Rajna alle «Origini dell’epopea francese». Trascrizione e studio (2008), con edizione anastatica dell’opera di Rajna.

Dante a Verona nel Settecento - 
Studi su Giovanni Iacopo Dionisi

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 295
Formato 16x23
Rilegatura Cucita
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione Stampa  2012
Anno 2012
ISBN 9788864641959