Progetto Mambrino. Ciclo italiano di Amadis di Gaula. Collezione della Biblioteca Civica di Verona

Il ciclo di Amadis di Gaula in italiano si compone di ventuno romanzi che furono pubblicati nel fervente contesto dell’editoria veneziana della seconda metà del XVI secolo. L’Amadis in prosa costituisce la base per la creazione di opere di più elevate ambizioni letterarie come il poema Amadigi di Bernardo Tasso e contribuisce a disegnare il vario paesaggio del romanzo italiano del Cinquecento in prosa e in ottava rima, orizzonte da cui si innalzano i capolavori di Ludovico Ariosto e di Torquato Tasso. L’opera che presentiamo è frutto della collaborazione tra i ricercatori del Progetto Mambrino dell’Università di Verona e la Biblioteca Civica di Verona, che conserva una collezione quasi completa del ciclo di Amadis di Gaula. I preziosi e rari volumi sono stati scansionati realizzando una riproduzione digitale ad altissima risoluzione. Le riproduzioni contenute nei diciannove DVD sono corredate da accurate schede bibliologiche, esito di un’attenta ricerca e di controlli incrociati con gli esemplari di biblioteche nazionali ed estere. Due dei romanzi sono stati trascritti con criteri filologici. La collezione è preceduta da un volumetto introduttivo di presentazione. Diventa accessibile così nella sua integrità il ciclo di Amadis italiano che godette all’epoca di uno strepitoso successo e contribuì a formare generazioni di nuovi lettori.

INDICE DELL’OPERA

Ciclo italiano di Amadis di Gaula. Collezione della Biblioteca civica di Verona. Volume introduttivo con studi preliminari di A. Bognolo e P. Bellomi, prefazione di A. Contò (ISBN: 978-88-6464-130-0)


1 [1-4] I quattro libri di Amadis di Gaula, Venezia, Polo, 1592, a cura di P. Bellomi (ISBN: 9788864640839)

2 [5] Le prodezze di Splandiano, Venezia, Tramezzino, s.d. [>1557], a cura di P. Bellomi (ISBN: 9788864640853)

3 [A.5] Il secondo libro delle prodezze di Splandiano, Venezia, Tramezzino, 1564 / Almicio, 1599, ed. fotografica e trascrizione a cura di P. Bellomi (ISBN: 9788864640877)

4 [6] Don Florisando, Venezia, Spineda, 1610, a cura di P. Bellomi (ISBN: 9788864640907)

5 [7] Lisuarte di Grecia, Venezia, Tramezzino, 1550, a cura di P. Bellomi (ISBN: 9788864640921)

6 [7] Lisuarte di Grecia, Venezia, Tramezzino, 1557, a cura di F. Colombini (ISBN: 9788864640945)

7 [9] Amadis di Grecia, Venezia, Miloco, 1615, a cura di F. Colombini (ISBN: 9788864640969)

8 [A.9] Aggiunta a Amadis di Grecia, Venezia, Tramezzino, 1592, a cura di F. Colombini (ISBN: 9788864640983)

9 [10] Florisello di Nichea, Venezia, Tramezzino, 1561, a cura di F. Colombini (ISBN: 9788864640846)

10 [A.10] Aggiunta al Florisello, Venezia, Tramezzino, 1564, edizione fotografica e trascrizione a cura di F. Colombini (ISBN: 9788864640860)

11 [11] Rogello di Grecia, Venezia, Tramezzino, 1561, a cura di S. Neri (ISBN: 9788864640891)

12 [A.11] Aggiunta a Rogello di Grecia, Venezia, Tramezzino, 1564, a cura di S. Neri (ISBN: 9788864640914)

13 [12] Don Silves de la Selva, Venezia, Tramezzino, 1551, a cura di S. Neri (ISBN: 9788864640938)

14 [13/1] Sferamundi. Prima parte, Venezia, Tramezzino, 1584, a cura di S. Neri (ISBN: 9788864640952)

15 [13/2] Sferamundi. Seconda parte, Venezia, Spineda, 1610, a cura di S. Neri (ISBN: 9788864640976)

16 [13/3] Sferamundi. Terza parte, Venezia, Spineda, 1610, a cura di S. Neri (ISBN: 9788864640990)

17 [13/4] Sferamundi. Quarta parte, Venezia, Spineda, 1610, a cura di S. Neri (ISBN: 9788864641201)

18 [13/5] Sferamundi. Quinta parte, Venezia, Tramezzino, 1583, a cura di S. Neri (ISBN: 9788864641218)

19 [13/6] Sferamundi. Sesta parte, Venezia, Spineda, 1610, a cura di S. Neri (ISBN: 9788864641225)

a cura di Stefano  Neri

Stefano Neri è ricercatore di Letteratura Spagnola all’Università di Verona, si occupa prevalentemente di romanzo cavalleresco spagnolo e della sua diffusione in Italia. Fra i sui lavori si segnalano i volumi "Repertorio delle continuazioni italiane ai romanzi cavallereschi spagnoli. Ciclo di Amadís de Gaula" con Anna Bognolo e Giovanni Cara (Roma, Bulzoni, 2014), "L’eroe alla prova. Architetture meravigliose nel romanzo cavalleresco spagnolo del Cinquecento" (Pisa, ETS, 2007) e "Antología de las arquitecturas maravillosas en los libros de caballerías" (Alcalá de Henares, Centro Estudios Cervantinos, 2007).

a cura di Anna  Bognolo

Anna Bognolo ha studiato a Venezia, a Pisa, a Madrid e a Saragozza. Ha insegnato Letteratura spagnola all’Università della Basilicata e all’Università di Pisa. Insegna ora all’Università di Verona. Ha pubblicato studi sul romanzo cinquecentesco, su Cervantes e sulle poetiche del cinquecento, tra cui il volume "La finzione rinnovata. Meraviglioso, corte e avventura nel romanzo cavalleresco del primo Cinquecento spagnolo" (Pisa, ETS, 1997). Attualmente dirige la ricerca sul romanzo cavalleresco di matrice spagnola in Italia nell’ambito del «Progetto Mambrino», che ha pubblicato il "Repertorio delle continuazioni italiane ai romanzi cavallereschi spagnoli. Ciclo di Amadís de Gaula" a cura di Anna Bognolo, Giovanni Cara e Stefano Neri (Roma, Bulzoni, 2014).

a cura di Paola  Bellomi

Paola Bellomi è dottore di ricerca in Letteratura e Linguistica Spagnole presso l’Università degli Studi di Verona e l’Università di Salamanca. Si dedica in prevalenza allo studio della letteratura spagnola contemporanea e del Cinquecento spagnolo; in particolare, in quest’ultimo ambito, si è occupata di letteratura cavalleresca, come membro del gruppo di ricerca del Progetto Mambrino che si propone lo studio delle continuazioni e traduzioni del romanzo cavalleresco spagnolo in Italia. Ha pubblicato numerosi studi sia in riviste nazionali e internazionali, che in lavori monografici e curatele, tra cui si possono ricordare: "Periodismo cultural y compromiso político. Las páginas literarias de" Triunfo "(1970-1978)" (Universidad de Extremadura, 2011), "Il ciclo italiano di" Amadis di Gaula: "la collezione della Biblioteca Civica di Verona" (QuiEdit, 2011), "A5 Il secondo libro delle prodezze di Splandiano (Venezia, Michele Tramezzino, 1564 / Venezia, Bonaventura Almicio, 1599)" (QuiEdit, 2011) e "Panico! La creazione secondo Fernando Arrabal" (Edizioni dell’Orso, 2013).

a cura di Federica  Colombini

Federica Colombini ha conseguito il diploma di laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università di Verona con una tesi sul ciclo cavalleresco "Amadis di Gaula" intitolata «"L’Amadís de Gaula": storia infinita. Genealogia della saga amadisiana in lingua spagnola». Ha ottenuto un assegno di ricerca per lo studio del romanzo cavalleresco italiano e spagnolo nell’ambito del Progetto Mambrino.

prefazione di Agostino  Contò

Agostino Contò, laureato all’Università di Ca’ Foscari e diplomato alla Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica presso l’Archivio di Stato di Venezia. Già bibliotecario alla comunale di Treviso, attualmente è responsabile della Biblioteca civica di Verona. Ha pubblicato vari studi di storia della stampa e dell’editoria tra Quattro e Cinquecento (in parte confluiti in "Calami e torchi", Verona, 2003); è docente a contratto di Storia del libro presso l’Università di Verona.

Progetto Mambrino. 
Ciclo italiano di Amadis di Gaula. Collezione della Biblioteca Civica di Verona

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 56
Formato 14x12
Rilegatura DVD
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione DVD  2011
Anno 2011
ISBN 5000000000000