«Battagliar con la penna»:
le «Osservazioni Letterarie» di Scipione Maffei

Le «Osservazioni Letterarie» (1737-1740) di Scipione Maffei costituiscono un esperimento unico nel panorama giornalistico del nostro Settecento. Sei tomi a esclusiva conduzione «laica», senza alcuna interferenza ecclesiastica, in cui un’intemperante personalità dettava una sua linea critica che a volte sconfinava nel libero pensiero. Il saggio intende esaminare i vari campi oggetto di recensioni a volte lunghissime, dove alcuni aspetti e protagonisti della cultura contemporanea vengono sezionati alla luce di una vastissima erudizione. Due gli scopi del dotto e pugnace giornalista: esaltare la grandezza dell’Italia di fronte alle ‘arroganti’ culture europee, e ribadire la superiorità di un intellettuale che si ritiene l’unico chiamato a rivendicare l’«onore» nazionale.

di Paolo  Ulvioni

Paolo Ulvioni, ha insegnato Storia moderna all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Si occupa soprattutto di storia della cultura veneta nel Sei-Settecento. Da anni approfondisce lo studio di una personalità che nella prima metà del XVIII secolo fu seconda solo a Muratori, Scipione Maffei, cui ha dedicato un’ampia monografia: «Riformar il mondo»: il pensiero civile di Scipione Maffei. Con una nuova edizione del Consiglio politico, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2008.

«Battagliar con la penna»:<br />
le «Osservazioni Letterarie» di Scipione Maffei

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 180
Formato 16x23
Rilegatura Cucita
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione Stampa  
Anno 2014
ISBN 9788864642567