Dilettanti per caso

Non è mai facile fare una selezione di quello che ci piace. Figurarsi se lo possiamo fare in ambito sportivo, e sportivo locale, come in questo caso. Ci sono equilibri da rispettare, simpatie reciproche e antipatie conclamate, reciproche anche queste. C’è poi la vita sui campi cittadini, quelli della prima periferia e della provincia profonda. Ci sono gli agenti atmosferici che ti inseguono e spesso ti perseguitano: la neve e la nebbia, la pioggia e il caldo, che tuttavia non ti preoccupano più di tanto, perché sei sicuro che al bar del campo c’è sempre qualcosa di caldo o di fresco che ti aspetta. E tu sei sempre lì, e rispondi presente all’ennesima “convocazione”! È la passione che ha guidato Stefano Marina in questo suo “Dilettanti per caso – I miei primi 11”, dove l’amore per il Calcio Dilettante, con la “C” e la “D” strettamente maiuscole, non ha nulla da invidiare a palcoscenici nazionali o internazionali ben più famosi. Una vita passata a “raccontare e capire” nel vero senso della parola, inizi in radio e poi in televisione, cosa è il Calcio Dilettante a Verona e nella sua provincia, scoprendo una vastità di personaggi, che all’apparenza possono sembrare tutti uguali. In realtà è quando vai sul “personale” che tutto cambia, tutto è diverso, tutto assume una connotazione mai vista prima: emozioni, ricordi, rimpianti (pochissimi) e tanta, tantissima passione. La formazione messa in campo da Stefano è di quelle da sottoscrivere all’istante, di quelle che tutti gli allenatori passati nel “Nostro Calcio” negli ultimi 20 anni avrebbero sognato almeno una volta di allenare. Ricordando anche chi fa andare avanti il calcio e lo amministra: presidente, direttore sportivo, allenatore, segretario e dirigente federale. Una visione a tutto tondo di un Mondo in continua e costante evoluzione, in moltissimi casi mandato avanti come vera e propria azione sociale. Gioie e paure, emozioni e delusioni, euforie e depressioni che passano in un batter d’occhio, quando finalmente la palla gonfia la rete avversaria. Lettura veloce, ritmo incalzante e conoscenza profonda del Calcio Dilettante veronese, “Dilettanti per caso – I miei primi 11” è uno spaccato genuino su un movimento che deve sì fare i conti con la crisi di questi anni, ma che non smette mai di sognare, anche se il Lunedì…andiamo tutti a lavorare!!!

Luca Sguazzardo.

di Stefano  Marina

Stefano Marina, giornalista, è uno dei volti sportivi dell’emittente cittadina TeleArena

contributi di Luca  Sguazzardo

Luca Sguazzardo, appassionato di musica rock e fotografo per diletto. Vive a San Martino Buon Albergo con la moglie Lucia e le loro due gatte Sandy e Skye. “Joe Silver and The Tones” è il suo secondo romanzo edito con QuiEdit.

prefazione di Adalberto  Scemma

Ha vinto il Premio Carlin per i migliori servizi realizzati sul Mondiale di Mexico ’86. Attualmente è articolista del “Corriere dello Sport-Stadio”, collabora a “La Repubblica” e al “Guerin Sportivo” e cura rubriche di sport e costume per l’emittente tedesca Wdr, per varie testate internazionali (“World Soccer Digest”) e per emittenti televisive giapponesi. In Rai è stato consulente della Tv dei Ragazzi, sceneggiatore di “Ultimo minuto” e opinionista sportivo di Radio Rai. Tra i libri da segnalare “La storia del Verona”, finalista al Bancarella Sport 1978, e “Calciatori. Non sono pallosi”, scritto nel 2001 con Maurizio Iorio. Dirige la collana “Quaderni dell’Arcimatto – studi e testimonianze per Gianni Brera” e insegna Giornalismo Sportivo all’Università di Verona.

Dilettanti per caso

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 417
Formato 16x23
Rilegatura Brossura
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione Stampa  2014
Anno 2014
ISBN 9788864642864