Decidere in Terapia Intensiva Volume 2

I reparti di Terapia Intensiva sono contesti a elevata complessità, in cui la qualità dell’assistenza è influenzata da innumerevoli elementi, fra loro inestricabilmente connessi. Oltre al diverso livello di competenza degli operatori, la conoscenza diretta di molti reparti e la letteratura di riferimento sulle organizzazioni complesse, consentono di formulare l’ipotesi secondo cui una parte non trascurabile della variabilità osservata fra centri è da imputarsi ad aspetti non squisitamente sanitari della vita di reparto. Modelli organizzativi, culture condivise, modalità di gestione dei aspetti comunicativi e stili di leadership sono elementi che sembrano giocare un ruolo tutt’altro che marginale nel condizionare i processi decisionali in contesti organizzati. Per studiare tali fenomeni è necessario adottare uno sguardo dall’interno dei contesti; a questo scopo i metodi propri della ricerca qualitativa risultano idonei a comprendere la complessa fenomenicità culturale di un reparto.

di Luigina  Mortari

Luigina Mortari è professore ordinario di Epistemologia della ricerca qualitativa e direttore del Dipartimento di Filosofia, pedagogia e psicologia dell’Università degli Studi di Verona. Tra le sue pubblicazioni si ricordano con Luisa Saiani Gesti e pensieri di cura (McGraw-Hill, 2013); La pratica dell’aver cura (Bruno Mondadori, 2006), Apprendere dall’esperienza (Carocci, 2003).

di Roberta  Silva

Roberta Silva, dopo aver conseguito il Dottorato di Ricerca in Scienze dell’Educazione e della Formazione Continua presso l’Università degli Studi di Verona, ha ricoperto per questo ateneo il ruolo di assegnista di ricerca e docente a contratto. Attualmente si occupa del coordinamento didattico di percorsi professionalizzanti.

Decidere in Terapia Intensiva Volume 2

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 346
Formato 16x22
Rilegatura Brossura
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione Stampa  2015
Anno 2015
ISBN 9788864643250