La storia culturale: una svolta nella storiografia mondiale?

In questo volume – riveduto e ampliato per la versione italiana – un gruppo di specialisti offre un primo bilancio comparativo della storia culturale come orientamento della ricerca storica recente e attuale in una serie di paesi, europei e non. Ne emergono, assieme, specificità nazionali, influenze reciproche e trasversali, ibridazioni, che hanno contribuito a dare un volto alla storiografia negli ultimi decenni.

a cura di Alessandro  Arcangeli

Alessandro Arcangeli insegna storia moderna all’Università di Verona. Ha pubblicato Davide o Salomè? Il dibattito europeo sulla danza nella prima età moderna, Treviso-Roma, Fondazione Benetton-Viella, 2000; Recreation in the Renaissance, Basingstoke, Palgrave Macmillan, 2003 (trad. it. Passatempi rinascimentali, Roma, Carocci, 2004); Che cos’è la storia culturale, Roma, Carocci, 2007.

a cura di Philippe  Poirrier

Philippe Poirrier insegna storia contemporanea all’Università di Borgogna. Oltre ad aver curato altri volumi collettivi, è autore di Les enjeux de l’histoire culturelle, Paris, Seuil, 2004; L’Etat et la culture en France au XXe siècle, Paris, Livre de Poche, 2006; Introduction à l’historiographie, Paris, Belin, 2009; Politiques et pratiques de la culture, Paris, La Documentation française, 2010.

La storia culturale: una svolta nella storiografia mondiale?

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 372
Formato 14x21
Rilegatura Cucita
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione Stampa  2015
Anno 2015
ISBN 9788864640761