Da Nietzsche a Reger - L'estetica musicale tra crisi e creatività

In questo saggio la frammentazione della ragione e il conseguente venir meno di ogni valore assoluto vengono brevemente seguiti sia nelle scienze della natura (le Naturwissenschaften), sia nelle scienze dello spirito (le Geisteswissenschaften), per legittimare l’analogo percorso – e la decisiva “svolta” – dell’esperienza musicale e della connessa riflessione estetica. La “crisi dei fondamenti” non è stato un fenomeno occasionale, come il divenire storico frequentemente ci presenta, ma una rottura “radicale” nel senso più proprio del termine. La verità del dogma ha ceduto il passo alla opinabile ma legittima molteplicità dei percorsi ereticali: la dóxa si è imposta sulla presunta incontrovertibilità dell’epistéme. All’interno di tale quadro la figura di F. Nietzsche assume un ruolo determinante e M. Reger si impone attraverso l’analisi dei suoi Vier Tondichtungen op. 128 come uno dei compositori più significativi.

di Giovanni  Petterlini

Laureato in Musicologia presso l’Università degli studi di Bologna, ha insegnato Storia della musica al Liceo Classico ‘S. Maffei’ e al Liceo Scientifico ‘G. Galilei’ di Verona. Agli studi musicologici ha affiancato una formazione artistica diplomandosi in Direzione d’orchestra, Composizione, Pianoforte, Musica Corale e Direzione di coro nei Conservatori di Parma, Trento, Brescia e Verona. Ha approfondito gli studi di direzione d’orchestra presso la Robert Schumann Hochschule di Düsseldorf e ha partecipato a Masterclass tenute da E. Inbal, U. Benedetti Michelangeli, N. Thomson. Ha diretto l’Orchestra Filarmonica Italiana, l’Orchestra I Virtuosi Italiani, l’Orchestra Neue Philharmonie Westfalen, specializzandosi sul grande repertorio corale sinfonico tra cui la grande Messa k427 in do minore di W. A. Mozart, lo Stabat Mater di G. Rossini, il Requiem di G. Faurè, il Lauda Sion di F. Mendelssohn; sue orchestrazioni sono state eseguite al Teatro Ponchielli di Cremona per la Fondazione del Teatro, a Trento per la Società Filarmonica, al Teatro Comunale di Vicenza per la Società del quartetto, nella Sala Grande dell’Accademia di musica di Basilea (CH). Ha collaborato con la Fondazione Teatro La Fenice di Venezia, l’Accademia Filarmonica di Verona, l’Associazione Veneta Amici della Musica, il Pontificio Istituto di Musica Sacra a Roma. È docente di ruolo di pianoforte presso la scuola secondaria di primo grado ad indirizzo musicale ‘M. Mazza’ di Verona.

Da Nietzsche a Reger - L'estetica musicale tra crisi e creatività

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 245
Formato 14x21
Rilegatura Brossura
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione
Anno 2016
ISBN 9788864644219