La navigazione sull'Adige in rapporto al commercio veronese

È con una certa commozione che mi accingo a ripercorrere sotto il profilo, si intende, storiografico la via atesina seguendo La Navigazione sull’Adige in rapporto al Commercio Veronese che Carlofilippo Zamboni ha pubblicato negli anni lontani del primo Dopoguerra e che il prof. Giovanni Colognese ha tratto dall’oblio appena un lustro fa, segnalando e proponendo quest’opera emblematica ai suoi studenti ed allievi e, per l’occasione, incontrando un notevole successo nell’avvenuta ristampa, tanto da indurre il medesimo a curarne una nuova edizione. Una commozione, la mia, legata anzitutto al giudizio che il compianto Gino Luzzatto - uno dei pionieri della storiografia economica italiana - ha avuto l’amabilità di stendere appena l’opera dello Zamboni, una tesi di laurea, in origine, discussa all’Università Bocconi, uscì nei gloriosi “Quaderni dell’Istituto federale di credito per il Risorgimento delle Venezie”; una commozione, ancora, rafforzata dal fatto che proprio lo Zamboni ebbe ad illuminarmi (assieme ai lavori di Guido Canali, Giulio Mandich, Giovanni Faccioli, ecc., comparsi nell’arco del successivo trentennio) allorquando mi accinsi - giovane assistente che andava formandosi alla scuola di Gino Barbieri - a studiare l’economia della “provincia scaligera” nei suoi rapporti con il Tirolo, con l’Oltremincio, con il Ferrarese e il Mantovano e, ovviamente, con la capitale adriatica e il connesso Dogado. L’Adige appariva, in tali collegamenti, una via strategica, dando ragione al motto di Pascal, espresso riguardo alla necessità degli spostamenti delle mercanzie, per il quale un fiume regio e ben curato è una magnifica strada “che cammina”. Sotto questo profilo illuminante davvero mi apparve anche la prolusione di Gino Barbieri con la quale egli ebbe ad inaugurare uno dei corsi estivi dell’Università di Padova a Bressanone alla metà degli anni Sessanta e successivamente pubblicata (Uomini, merci e capitali lungo l’arteria atesina dal Medioevo all’Età moderna, “Annuario dell’Università degli Studi di Padova per l’anno accademico 1966-67”, Padova 1967).

(presentazione di Giovanni Zalin)

a cura di Giovanni  Colognese

Insegnante di Lettere, Storia e Geografia, è cultore della materia di Storia dell’Evoluzione delle Tecniche commerciali presso la Facoltà di Economia dell’Università di Verona. Si occupa di studi storici ed economici veronesi.

La navigazione sull'Adige in rapporto al commercio veronese

Caratteristiche Tipografiche

Pagine 196
Formato 16x23
Rilegatura Cucita
   

Edizione Italiana

Ultima Edizione Stampa  2006
Anno 2006
ISBN 88-89480-90-4