• -5%
    Antropologia dell'arte (Francesco Ronzon) Che cos'è l'arte? Dalle ricerche etnografiche compiute a partire da metà Ottocento emerge chiaramente come le opere usualmente indicate con questa etichetta non costituiscono una classe speciale la cui ipotetica essenza trascenderebbe tempo e società.
    (0)

    Antropologia dell’arte

    di Francesco Ronzon

    Che cos’è l’arte? Dalle ricerche etnografiche compiute a partire da metà Ottocento emerge chiaramente come le opere usualmente indicate con questa etichetta non costituiscono una classe speciale la cui ipotetica essenza trascenderebbe tempo e società. Ciò rende dunque necessario analizzare gli artefatti e le performance artistiche come un insieme di elementi inseriti all’interno di pratiche culturali complesse il cui svolgimento rimanda ad un intreccio di aspetti storici e processi locali empiricamente indagabili e documentabili. Allo scopo di introdurre il lettore all’antropologia dell’arte, dopo aver inquadrato storicamente l’oggetto di studio e lo sviluppo dello campo disciplinare, il libro presenta una rassegna delle principali nozioni impiegate in quest’ambito di ricerca attraverso l’analisi di vari casi etnografici. Tra questi: il rai algerino, l’arte dei fiori zen, le pitture aborigene australiane, le performance di capoeira, il mercato dell’arte africana contemporanea ed altri ancora.

    15,50
  • -6%
    Cultura e cognizione (Francesco Ronzon) Questo libro vuole offrire un’introduzione alle indagini ecologiche relative al nesso tra cultura e cognizione sviluppate all’interno dell’antropologia culturale.
    (0)

    Cultura e cognizione

    di Francesco Ronzon

    Questo libro vuole offrire un’introduzione alle in-dagini ecologiche relative al nesso tra cultura e cognizione sviluppate all’interno dell’antropologia culturale. A partire dagli anni Ottanta, in vari ambiti disciplinari (antropologia, sociologia, psi-cologia) si è potuto assistere a un passaggio di interesse teorico dall’analisi delle idee, dei sim-boli e delle credenze a quello delle pratiche, dell’esperienza e dell’agire-nel-mondo degli atto-ri sociali. Seguendo un’analisi tematica, la men-te, le abilità, il linguaggio, i processi di appren-dimento e organizzazione sono qui indagati co-me esito di una serie di relazioni tra il proprio ambiente (sociale e materiale). Ne emerge un’originale e innovativo dialogo interdisciplinare basato sull’analisi di casi etnografici tratti dal mondo dell’arte, della scienza e della vita quoti-diana.

    11,70
  • -5%
    Rumore del mondo (Francesco Ronzon) Lungi dal rappresentare dei meri fenomeni acustici, i vari usi e funzioni svolti dal suono tra gli esseri umani necessitano di essere studiati e compresi tenendo conto delle pratiche culturali e delle interazioni sociali ad essi relative.
    (0)

    Il Rumore del Mondo Società, etnografia e paesaggi sonori

    di Francesco Ronzon

    Il suono è un aspetto presente in ogni evento quotidiano: voci, fruscii, musiche, rintocchi. Che si tratti del suono di una foresta, della voce di un interlocutore o della musica ascoltata con un walkman, il paesaggio sonoro che ci circonda offre alle nostre orecchie un ampia varietà di indizi complessi che utilizziamo per organizzare la vita di ogni giorno. Lungi dal rappresentare dei meri fenomeni acustici, i vari usi e funzioni svolti dal suono tra gli esseri umani necessitano dunque di essere studiati e compresi tenendo conto delle pratiche culturali e delle interazioni sociali ad essi relative. L’attenzione verso il suono come sistema culturale offre una interessante prospettiva antropologica a partire dalla quale pensare ed esaminare le norme, le pratiche e le istituzioni in base alle quali gli esseri umani usano e fruiscono dei vari mondo acustici all’interno dei quali abitano. Completa il volume una breve guida pratica all’indagine etnografica dei paesaggi sonori.

    10,80
  • -5%
    Presenze (Francesco Ronzon) Il vodou è una pratica magico-religiosa largamente diffusa in Haiti (Caraibi). In questo lavoro l’autore indaga a livello etnografico il ruolo svolto dal vodou nella vita quotidiana degli immigrati haitiani a New York.
    (0)

    Presenze – Oggetti, pratiche e cognizione tra gli immigrati haitiani a Brooklyn

    di Francesco Ronzon

    Il vodou è una pratica magico-religiosa largamente diffusa in Haiti (Caraibi). In questo lavoro l’autore indaga a livello etnografico il ruolo svolto dal vodou nella vita quotidiana degli immigrati haitiani a New York. A partire dagli anni ’60, numerosi haitiani sono stati costretti a emigrare negli U.S.A., in Canada e in Francia per scappare dalla povertà, dalle violenze e dalle dittature presenti in patria. In particolare, la ricerca utilizza gli approcci dell’ecologia cognitiva (Tim Ingold, Gregory Bateson, Edwin Hutchins) per esplorare da un punto di vista micro-analitico il modo cui gli oggetti, le immagini e le possessioni presenti in questa pratica magico-religiosa contribuiscono a orientare la vita degli immigrati haitiani di fronte alle crisi, ai problemi e alla complessità del loro nuovo contesto urbano. Oltre ad offrire un inquadramento socio-culturale del vodou praticato a New York, il volume presenta dunque un caso locale ed etnografico utile anche per analizzare agli aspetti situati, pratici e distribuiti del lavoro cognitivo umano nel corso della sua attività di costruzione delle varie sfere di realtà di cui si compone l’esperienza quotidiana. Francesco Ronzon insegna Antropologia Culturale presso il Politecnico di Milano e l’Accademia di Belle Arti G. B. Cignaroli, Verona. Ha svolto indagini etnografiche ad Haiti, New York e in Italia. È autore di numerosi libri e saggi di argomento antropologico. Tra questi: Pratiche e cognizione (con C. Grasseni, Meltemi 2005), Antropologia dell’arte (Meltemi 2006), Taxa, spiriti e biotecnologie. Saggi di etnografia cognitiva (QuiEdit 2006).

    18,50
  • -5%
    Taxa, spiriti e biotecnologie di Francesco Ronzon - Questa raccolta di saggi vuole offrire una repertorio di casi etnografici utili ad illustrare alcune delle teorie e delle nozioni ecologiche impiegate in antropologica cognitiva.
    (0)

    Taxa & Taboo – Saggi di etnografia cognitiva

    di Francesco Ronzon

    Di cosa è fatta un’identità? Come si ascrive una categoria? Che modi di vedere si producono all’interno di un certa comunità? Questo libro vuole offrire una serie di casi etnografici utili ad illustrare alcune delle teorie e delle nozioni ecologiche impiegate in antropologica cognitiva. Negli ultimi vent’anni numerosi ricercatori hanno abbandonato infatti l’ipotesi che la mente operi come un computer e si sono volti ad indagare il lavoro cognitivo umano come frutto di un organismo vivente in azione, sviluppo ed evoluzione all’interno di specifici ambienti socio-materiali. In questa raccolta di saggi basati su varie indagini sul campo, le nozioni ecologiche di abilità, azione situata e cognizione distribuita sono impiegate per dar conto delle interazioni che gli esseri umani svolgono nel corso della loro vita quotidiana. Ne emerge un originale dialogo interdisciplinare utile ad indagare le varie realtà socio-culturali come processi aperti, complessi e conflittuali. Francesco Ronzon è docente di Antropologia culturale presso l’Accademia di Belle Arti G. B. Cignaroli, Verona. Ha svolto indagini etnografiche ad Haiti, New York e in Italia ed autore di vari libri e saggi di argomento antropologico.

    15,60
  • -6%
    Taxa, spiriti e biotecnologie di Francesco Ronzon - Questa raccolta di saggi vuole offrire una repertorio di casi etnografici utili ad illustrare alcune delle teorie e delle nozioni ecologiche impiegate in antropologica cognitiva.
    (0)

    Taxa, spiriti e biotecnologie

    di Francesco Ronzon

    Di cosa è fatto uno spirito? Come si ascrive una identità di genere? Che visioni del mondo si producono all’interno di un laboratorio di biotecnologia? Questa raccolta di saggi vuole offrire una repertorio di casi etnografici utili ad illustrare alcune delle teorie e delle nozioni ecologiche impiegate in antropologica cognitiva. Negli ultimi vent’anni numerosi ricercatori hanno abbandonato l’ipotesi che la mente operi come un computer e si sono volti ad indagare il lavoro cognitivo umano come frutto di un organismo vivente in azione, sviluppo ed evoluzione all’interno di specifici ambienti socio-materiali. A partire da indagini “sul campo” relative al mondo dell’arte, della scienza e della religione, gli interventi raccolti nel volume impiegano le nozioni di abilità, azione situata e cognizione distribuita per dar conto delle interazioni alla base della vita quotidiana. Ne emerge un originale dialogo interdisciplinare utile ad indagare le varie nicchie sociali e le differenti realtà culturali come processi aperti, negoziati e conflittuali.

    15,40