Claudio Liberstell

Claudio Liberstell

Claudio Liberstell é il nome che ha scelto il Prof. Claudio Gnaccarini per realizzare opere letterarie. Claudio si è laureato a Padova in Chimica Farmacautica, ha un dottorato di ricerca conseguito alla Goethe University di Francoforte, ha lavorato due anni come ricercatore in Canada. É stato professore aggiunto di chimica organica all’Università di Verona. Risulta coautore di pubblicazioni scientifiche internazionali, tutte a loro volta citate in altri articoli e review. Attualmente è titolare della cattedra di Igiene e cultura medico sanitaria in un istituto di Verona.

  • Narrativa
  • Male
  • 3
  • (0)

    Da 0 all’evoluto: un viaggio sconosciuto. Una guida alla chimica prebiotica, il percorso della materia alla vita.

    35,10

    Edizione compatta

    di Claudio Lieberstell

    Questa edizione, vuole essere una versione compatta, il cui fine è più divulgativo e meno rigoroso della versione originale dalla quale origina e nella quale sono riportate tutte le notazioni necessarie ed una maggiore precisione chimica. Questa versione vuole invece aprire ed introdurre l’argomento al grande pubblico con un interesse scientifico, anche non specialistico semplicemente ai curiosi sull’argomento.

    Il titolo presenta in estrema sintesi il contenuto del testo, che vuole tentare di ricostruire il viaggio della materia che l’ha portata da zero alla prima cellula autonoma, detta anche LUCA (Last Universal Cellular Ancestor) e che io vorrei ribattezzare l’evoluto, il primo frutto di un percorso evolutivo sconosciuto, ovvero quello della materia inanimata. Come la vita sia iniziata sulla Terra o altrove è ancora oggetto di studio, ma anche di una estrema fascinazione, determinando speculazioni e dibattiti che, da quando sono iniziati, non hanno mai avuto fine. Anche la filosofia e la religione dibattono, perché, se anche un giorno si potrà chiarire come e cosa abbia fatto scaturire la vita, rimane sempre affascinante interpretare il perché l’inanimato abbia deciso di animarsi e come la vita sia riuscita a mantenersi irrefrenabile. Alla base di questa spinta, è evidente, fin dall’inizio deve aver agito una qualche forma di energia. L’organizzazione non è mai sembrata frutto del caso e nella vita di organizzazione ve n’è davvero molta; la più parte, è vero, è il frutto dell’evoluzione. Qualsiasi sia stato il modo, la materia organica, seppur fragile, in un ambiente ostile e priva di ogni protezione, deve essere riuscita non solo a mantenersi, ma anche a replicarsi; il che, non vuol dire semplicemente moltiplicarsi, bensì produrre copie di se stessa con tutto il suo ordine, senza errori. Tale organizzazione deve essere stata inizialmente molto inferiore a quella della vita attuale. Persino la struttura di una membrana cellulare sembra troppo complessa per essersi generata spontaneamente, sia essa di una cellula eucariota, che di una procariota, la quale è persino provvista di una parete per resistere all’ambiente esterno.

    Percorreremo quindi un affascinante viaggio nella biologia cellulare per come la conosciamo oggi, scomponendola nei suoi singoli elementi biochimici di base, per capire come questi mattoni possano essersi formati e poi in qualche modo assemblati, seppure la dicitura “in qualche modo sarà per quanto possibile evitata, perché poco consona ad un ambito scientifico.

    Add to Wishlist
  • (0)

    Da 0 all’evoluto: un viaggio sconosciuto

    46,50

    di Claudio Liberstell

    “Da zero all’evoluto un viaggio sconosciuto” è un titolo ricco di metafore, dove lo zero è la metafora dell’inizio, ma anche del nulla, un numero che incute timore per la difficoltà di concepirlo, tant’è che è stato introdotto per ultimo in matematica. Può essere tutto cominciato dal nulla, dal non essere, dall’horror vacui? A questa domanda l’umanità chiede una risposta dalla sua posizione privilegiata di coscienza, per la quale deve ringraziare o imputare la vita nella sua lunga evoluzione. È successo dunque che in un tempo lontanissimo sia apparso l’evoluto, non certo l’uomo, non certo una cellula, ma il frutto di una spinta che ha permesso alla materia di potersi definire evoluta, una spinta che le ha permesso di organizzarsi e affrancarsi dal silenzioso ed eterno inanimato. Ebbene, se dalla cellula in poi il viaggio che ha percorso la materia vivente sembra sostanzialmente tracciabile, tutt’altro che scontato è il percorso, il viaggio, che la materia ha compiuto per animarsi.

    Add to Wishlist
  • (0)

    Il fiore nella macchia

    17,10

    di Claudio Liberstell

    Amore fa rima con molte parole: dolore, calore, sapore ed è forse l’unico sentimento che definisce il nostro spirito che, altrimenti, non riesce ad emergere e rimane intrappolato in una rete di passioni materiali che appesantiscono i nostri pensieri in uno sterile vivere fatto di un susseguirsi di impegni, incombenze, dissapori, malumori, impressioni senza senso. È di questo che parla il libro: della necessità di emergere, di liberarsi da questa rete per lasciarsi andare ed acquisire un senso. Leggiamo qui una dolce riflessione sull’amore e sulla relazione, per ritrovarsi rapiti da una storia colorata di sentimenti animati fra natura, ambienti colorati, suoni e emozioni.

    Add to Wishlist