Luca Sguazzardo

Luca Sguazzardo

Luca Sguazzardo, appassionato di musica rock e fotografo per diletto. Vive a San Martino Buon Albergo con la moglie Lucia e le loro due gatte Sandy e Skye. “Joe Silver and The Tones” è il suo secondo romanzo edito con QuiEdit.

  • Narrativa
  • Male
  • 3
  • (0)

    Joe Silver and the Tones

    14,20

    di Luca Sguazzardo

    Giuseppe Argentario, “musicista” di Verona, con i suoi Toni ama la musica Rock (la “R” maiuscola è d’obbligo) e ha sempre desiderato scrivere delle canzoni che in qualche modo potessero rimanere nella storia. Ma chi è Joe Silver? E perché quel nome? E chi sono i personaggi che incontra? Amici, complici o fantasmi della sua mente? Ignoti che sembrano conoscerlo bene, donandogli ispirazioni da trasformare in canzoni cristalline e inediti capolavori, pronti ad entrare nella storia del Rock. Da Castel San Pietro ad una stradina in mezzo ad un bosco, da piazza Bra al teatro Filarmonico, dal teatro Romano a piazza San Zeno, dall’eremo dei Camaldolesi sul lago di Garda allo stadio Bentegodi, per finire inevitabilmente in Arena, Joe Silver, in una sorta di indecifrabile diario, vive una storia visionaria e reale allo stesso tempo. Dove nessuno sembra essere quello che è, e dove tutti i protagonisti hanno qualcosa da nascondere e molto da offrire, rivelando il loro lato umano. Mentre il mistero si fa sempre più fitto e la vita di Joe viene completamente stravolta, prendendo a piene mani dal suo passato, si dipana sullo sfondo una Verona calda, accogliente e misteriosa, proprio come solo le cose belle sanno essere.

    Add to Wishlist
  • (0)

    La lunga vendetta

    14,20

    di Luca Sguazzardo

    Un thriller emozionante ambientato a Verona negli anni Ottanta.

    L’autore attinge alla sua esperienza personale di cronachista per creare una vicenda credibile ed emozionante.

    Add to Wishlist
  • (0)

    La Olindo Raggi, la formazione più forte del mondo

    14,20

    di Luca Sguazzardo

    A Ca’ di David c’era un campo da calcio leggendario che tutti chiamavano Barchetta. Lì moltissimi anni fa nacque la leggenda della “Olindo Raggi”, a detta di tutti la formazione più forte del Mondo. Erano ragazzi che non pretendevano nulla. Volevano solo giocare al fubal calciando una sfera magica fatta di cuoio. Insomma, volevano solo giocare a calcio, inseguendo i loro sogni, cementando la loro amicizia e sperando in un futuro migliore. Uno solo di loro, però, sarebbe diventato una leggenda senza saperlo. Il suo nome era Luigi Ciocchetta. Il sogno di questi ragazzi durò pochissimo, travolto da eventi che da sempre non hanno nulla a che fare con le aspirazioni e le speranze di un gruppo di amici, che avevano solo la colpa di guardare avanti. A Ca’ di David quel campo da calcio c’è ancora, basta sapere dove andare a cercarlo…

    Add to Wishlist