Stella Cernecca

Stella Cernecca

Stella Cernecca è nativa istriana e veronese d’adozione da oltre 40 anni. Come informatica ha lavorato a Udine, Milano, Roma, Cosenza e Verona.
La poesia ha da sempre accompagnato la vita dell’autrice, ha pubblicato poesie proprie in antologiche collettive e una intera raccolta personale dedicata alla madre; la sua maggior produzione poetica, nota nel circuito ristretto e privato, attende di essere resa nota al grande pubblico. Ha partecipato a numerosi reading pubblici dal vivo in librerie e spazi all’aperto a Verona, Brescia, Vicenza e Torino.

Da oltre 10 anni ha partecipato agli incontri poetici mensili del Simposio Permanente dei Poeti Veronesi al Calmiere di San Zeno, a Verona. Nel 2020 ha partecipato a reading in streaming con la casa editrice Quiedit di Verona/Bolzano. Dal 2016 è giurata al concorso di poesie di Soave nella rassegna poetica “L’amore di Silvia”, giunta alla XX edizione. Nel 2017 ha ritirato il premio per opera collettiva al concorso indetto dal paroliere Mogol insieme ad Aletti editrice dedicato a Maria Cumani Quasimodo. Nel 2020 ha ricevuto la menzione d’onore al concorso indetto annualmente da ANVGD (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia) per la valorizzazione della cultura istriana, la cui cerimonia avrebbe dovuto svolgersi alla Gran Guardia di Verona, poi annullata per pandemia. Si è resa disponibile a scrivere prefazioni su libri di altri poeti.

  • Female
  • 1
  • (0)

    100 frammenti quotidiani su mia Madre

    Il prezzo originale era: €12,50.Il prezzo attuale è: €11,80.

    di Stella Cernecca

    Questa poesia fotografa uno stile di vita proprio della generazione precedente a quella dell’autrice. Sua madre è passata da un lavoro nei campi della primissima giovinezza, in Istria, ad una vita urbana accelerata dal doppio ruolo di madre di famiglia e di lavoratrice fuori casa. È stata la prima generazione a beneficiare, dagli anni Sessanta, della lavatrice, del frigorifero, della televisione. I valori espressi in questa raccolta rimandano ad una vita fondata sul senso del dovere e alla fedeltà verso un tipo di famiglia tradizionale, da cui trarre nutrimenti affettivi, una vita lontana dai movimenti femministi degli anni Settanta.

     

    Add to Wishlist